Non è mai troppo tardi

Nella mia professione mi capita spesso di incontrare persone che potrebbero effettuare piccoli significativi cambiamenti che porterebbero una migliore qualità e soddisfazione alla loro vita ma queste persone rinunciano perchè pensano che ormai sia troppo tardi per loro.
Sostengono che non si può cambiare il carattere, che non si possono modificare vecchie abitudini anche se riconosciute come non utili o magari anche dannose.
La risposta che spesso accomuna queste persone è: “ormai non ci posso fare niente, sono fatto così, è più forte di me”.
Voglio chiarire una cosa: è vero che non si possono stravolgere alcuni aspetti di una persona: ci sono caratteristiche acquisite dalle generazioni precedenti e dall’ambiente in cui si è cresciuti che difficilmente possono essere azzerate e cambiate, non esistono formule magiche che vi possano garantire stravolgimenti della vostra personalità.
Lo stile caratteriale si è formato durante la prima infanzia sulla base delle esperienze proprie, dei propri genitori e del proprio albero genealogico.
C’è una scienza, l’epigenetica, che spiega bene questi concetti.
Ma ognuno di noi può intervenire a qualsiasi età e modificare alcune cose, ammorbidire certi aspetti, attenuare alcuni effetti indesiderati.
Ciò che è successo non può essere cambiato ma il modo in cui ciò che è successo ha incidenza sulla mia vita da ora in poi, può essere modificato.
Posso decidere di dare una svolta alla mia vita, partendo da alcune interpretazioni di fatti successi, dalla modifica di alcune convinzioni limitanti, dal rileggere la nostra storia da un punto di vista diverso da quello abituale.
Non si tratta di effettuare grandi cambiamenti ma di applicare piccoli accorgimenti che possono spostare il punto di vista, il valore attribuito, l’emozione collegata a pensieri ed eventi della nostra vita.
E’ possibile iniziare questo processo a qualsiasi età.
Il primo passo consiste nel prendere consapevolezza dei nostri meccanismi consci e inconsci che ci limitano, che ci impediscono di raggiungere la qualità e la soddisfazione della vita che desideriamo.
Per prendere consapevolezza può essere utile l’aiuto di una persona che ci permette di accorgerci di alcuni dettagli e di collegarli tra loro.
Tutto questo può essere fatto in modo assolutamente indolore con l’aiuto di un bravo coach che ci allena e ci segue in questo percorso.
Quanto può essere lungo questo percorso?
Non c’è una regola per stabilire quanto tempo occorra ma posso affermare con certezza che dipende soprattutto dalla volontà di miglioramento della persona, dal suo desiderio di felicità.
Ho visto persone che in un paio di mesi hanno ottenuto risultati straordinari.
Talvolta può occorrere un anno, ma i risultati ottenuti ripagano ampiamente dell’impegno messo in campo.
Dopo alcuni mesi la qualità della vita è diversa e nessuno si è mai lamentato di aver buttato via tempo, denaro o altre risorse, nessuno ha mai detto che c’è stato un peggioramento.
Non ci possono essere effetti collaterali negativi.
Che cosa può impedire di ottenere risultati?
La pigrizia o la sfiducia.
Compito del coach è proprio quello di aiutare la persona a mantenere fiducia e motivazione.
Se non lo hai mai fatto, prova a parlare con un coach, fai un check della situazione e vedi che cosa è possibile fare da oggi, in qualsiasi fase della tua vita tu ti trovi.

Share Button